Pinocchio-Letta, Lucignolo-Renzi e gli altri…

Per ricordare il 187° anniversario della nascita di Carlo Lorenzini (Firenze, via Taddea, 24 novembre 1826), in arte Collodi, che ricorre domani, proviamo a trasportare il suo romanzo più celebre, “Pinocchio”, al mondo della politica italiana. Pinocchio non può che essere Letta. Oddio, non è proprio un bugiardo alla Berlusconi, ma di promesse non mantenute (a cominciare dalla nuova legge … Continua a leggere

“Berlusconi come Kennedy”: dai, su, non fate così, smettete di ridere…

Berlusconi come Kennedy. Può sembrare una barzelletta, più che una cazzata, invece è la tesi che il collega Sallusti, direttore del Giornale, espone nell’articolo di fondo del quotidiano (che, lo ricordiamo, è di proprietà della famiglia Berlusconi).  I punti di contatto fra i due uomini politici, secondo Sallusti, sono la ricchezza, l’aver sparigliato le carte in politica e l’attrazione per … Continua a leggere

Il (fanta)retroscena: maxi epurazione in casa Juve per la trasferta di Firenze

Siamo in grado di svelarvi i retroscena di come la Juventus sta preparando la trasferta di Firenze. Pare che Conte abbia avviato una epurazione di massa all’interno della squadra. Vuole solo giocatori anti-viola duri e puri. Chiunque sia possibile anche di un minimo spetto di connivenza col nemico è destinato alla tribuna. Innumerevoli le vittime dell’operazione: “Gobbi dalla schiena dritta”, … Continua a leggere

Ecco lo slogan per contestare Nicchi e Braschi durante i Mondiali di ciclismo

Ho lo slogan per contestare la dirigenza arbitrale. A me piace, vediamo cosa ne pensate voi. Ricordate? Nel post di lunedì scorso proponevo di sfruttare la ribalta che avrà Firenze su tutte le televisioni per i Mondiali di Ciclismo, come vetrina per esternare il malumore scoppiato dopo l’indecente arbitraggio di De Marco e le inammissibili dichiarazioni della coppia Nicchi-Braschi. Lo … Continua a leggere

Ecco il (fanta) colloquio tra Ljajic e Cognigni

Siamo in grado di svelarvi il colloquio riservato tra il presidente viola Cognigni e Adem Ljajic. Ljajic: Voglio giocare con la maglia a strisce. Cognini: Ok, faremo una maglia a strisce bianche e viola. L.: In difesa voglio Mexes. C.: Ok, Rodriguez si farà la crocchietta come Nonna Papera. L.: Ma Mexes ha anche le guanciotte… C.: Ok, Rodriguez accetta … Continua a leggere

Torna di moda il termine “rimpasto”. Ma nessuno lo vuol pronunciare

Lo statista pidiellino Brunetta lo chiama “riequilibrio”, come quello delle gomme. Il segretario piddino (provvisorio ma non troppo) Epifani preferisce il termine “tagliando”, come quello che si fa alle auto. Ai tempi della prima Repubblica si diceva “rimpasto”. “Il rimpasto no, non l’avevo considerato”, potrebbe cantare oggi Renato Zero. Un termine da archeologia politica. Scongelato improvvisamente dal Pdl che, memore … Continua a leggere

Caso-Balotelli: Caro Renzi, il “vaffa” è un diritto

Caro sindaco Renzi, lei usa spesso modi di dire fiorentini, ironici ed efficaci, per esemplificare particolari situazioni. Bene, allora le dico che sul caso Balotelli lei ha pisciato fuori dal vaso. Ho apprezzato e sostenuto sul mio blog molte delle sue iniziative politiche. Ad iniziare dalla rottamazione e dal testa a testa con Bersani. Non posso, quindi, essere tacciato di antipatia … Continua a leggere

La partita del Quirinale: le pagelle

Bersani 0 – Le prova tutte e, violentando il calcolo delle probabilità, non ne azzecca una. Sbaglia i tempi, i modi, i nomi. Ne busca da destra e da manca. Cova le serpi in seno e non se ne accorge. Prende un duro colpo, resta piegato a terra e tutto lo stadio canta: “Devi morire”. “Non siam mica qui a … Continua a leggere