Tutti gli epiteti minuto per minuto (col beep della censura): un testo di sconvolgente, involontaria, comicità

Riporto testualmente il “Comunicato ufficiale n°63 del 21 ottobre 2013” con le decisioni del Giudice sportivo relativo alle squalifiche inflitte ad alcune società per cori di discriminazione territoriale (pena sospesa per la recente introduzione della “condizionale”). E’ una lettura edificante con punte di involontaria comicità. Ci sono persino parolacce come “merda” e “bastardi” sostituite dalla sola iniziale seguita dai puntini. … Continua a leggere

La pagella al mercato delle “sette sorelle”: bocciati e promossi

Il rifrullo di attaccanti (Gila alla Juve, Borriello al Genoa, Quagliarella alla Roma) non c’è stato. L’ultima giornata di mercato non ha offerto emozioni forti. La riprova che le trattative potevano essere chiuse senza problemi il 30 agosto, senza bisogno dei tempi supplementari per ovviare all’italica pigrizia che vede il week end intoccabile perfino per il gran ballo di fine … Continua a leggere

Balotelli ha spacciato droga per gioco? Un’accusa da chiarire subito

Balotelli spacciatore per gioco? Lo si legge sul sito Repubblica.it. A raccontare l’episodio è il collaboratore di giustizia Armando De Rosa, esponente della camorra di Secondigliano. Le sue dichiarazioni sono nei vervìbali depositati dai pm Sergio Amato ed Enrica Parascandolo al processo sul riciclaggio in alcuni locali del lungomare. Questo il raccondo di De Rosa riportato da Repubblica.it:«Un amico mi … Continua a leggere

Addio Cuore Matto, colonna sonora della nostra adolescenza

Gianni Morandi era l’anima pop, Massimo Ranieri quella melodica. Lui, Little Tony, rappresentava il rock in salsa mediterranea. Stava a Elvis Presley come gli spaghetti-wester di Sergio Leone stavano ai film americani coi cowboys. Look un po’ kitsch, ciuffo ribelle, ritmo adrenalinico. Nessun capolavore musicale, ma tante canzoni indimenticabili. “Cuore matto”, “Bada bambina”, “La spada nel cuore”, “Quando vedrai la … Continua a leggere

“Caro giornale ti scrivo…”

Domani pomeriggio sarò alla biblioteca comunale di Bagno per il primo dei due incontri “Caro giornale ti scrivo… Regole, consigli e qualche astuzia per un contatto diretto con i media (quotidiani, radio, tv, siti internet)”. Questo il programma: •        mercoledì 15 maggio, ore 18: Scrivere ad un giornale, limitando il rischio di essere cestinati •        mercoledì 22 … Continua a leggere

Pubblicato in Roma

Un minuto di silenzio per Andreotti? Esibizione di ipocrisia

Quando si muore siamo tutti più buoni. Vale per tutti, non si può pensare di fare eccezione per il senatore Giulio Andreotti, l’uomo legato a mille misteri d’Italia. Però a tutto c’è un limite. La decisione del presidente del Coni Malagò di far osservare un minuto di silenzio su tutti i campi sportivi durante questa settimana in sua memoria, mi … Continua a leggere

Firenze si annette i Comuni limitrofi. Un’idea che piace

Firenze potrebbe allargarsi. Gli antichi confini comunali espandersi, inglobando i dieci comuni che la circondano: Bagno a Ripoli, Campi Bisenzio, Calenzano, Fiesole, Impruneta, Signa, Lastra a Signa, Pontassieve, Scandicci e Sesto Fiorentino. Nascerebbe una “Firenze Grande” con 650mila abitanti (forse si potrebbero aggiungere anche i comuni di Vaglia e Impruneta). Non è un’esercizio di fantageografia ma il risultato di un … Continua a leggere

Il Giglio, un fondale che non respira più: la rimozione della Concordia e quel mare da curare

Il maggior rischio di inquinamento del mare a causa del relitto della Costa Concordia non è ancora alle spalle. Lo si correrà durante lo spostamento dall’isola del Giglio al porto in cui sarà smantellata. “Noi abbiamo messo per scritto il nostro parere: occorre far fare al relitto il tragitto più breve possibile – afferma l’ingegner Giovanni Barca (nella foto), direttore … Continua a leggere

Calimero e i suoi fratelli: il ritorno di Carosello

C’era Mario Carotenuto,  a cui andavano tutte bene. Nato con la camicia: “Sì ma con una camicia di popelyne Capri”. C’era l’infallibile ispettore Rock (Cesare Polacco), capace di risolvere i casi più intricati: “Ispettore, lei non sbaglia mai! No, anch’io ho commesso un errore. Non ho mai usato la brillantina Linetti”, rispondeva togliendosi il cappello e accarezzandosi la pelata. Come … Continua a leggere