L’ennesima minaccia del Pdl è da laurea honoris causa in buffonate

Una laurea honoris causa in buffonate, se esistesse, andrebbe conferita immediatamente a tutti i parlamentari pidiellini o forzaitalioti (chissà come vogliono essere chiamati? anzi, chissà come il loro signore e padrone vuole che si facciano chiamare) che hanno firmato la minaccia di dimissioni di massa se verrà decisa la decadenza di Berlusconi da senatore. Tralascio le argomentazioni politiche e giuridiche … Continua a leggere

“Mamma mia”, pomeriggio da brividi (sotto il sole) nel Mario Gomez-day

“Mamma mia!”, quell’esclamazione spontanea ed in Italiano, di fronte alla Maratona e alla Ferrovia strapiene e festanti, è il suggello dell’amore già scoccato tra Mario Gomez (foto Galassi) e i tifosi viola. Cronaca di un pomeriggio da brividi, pur sotto un sole impietoso. Avrei potuto segliere di andare a seguire la conferenza stampa del nuovo bomber della Fiorentina, al fresco … Continua a leggere

L’Italia dei Cicchitti vista da un Marziano: situazione disperata ma non seria

Prendiamo un marziano, il “Marziano a Roma” di Flaiano, e facciamogli dare un’occhiata all’Italia. Vedrebbe (cito in ordine sparso): il Pdl, che sostiene il governo, ricattare il governo perché il proprio leader Berlusconi rischia di essere condannato; una mezza rissa in Parlamento come ai tempi di Pajetta e Almirante; Standard & Poor che declassa il rating del’Italia nonostante i goveno … Continua a leggere

Lisca, gassata o… Enrico Letta

La soluzione Amato sarebbe stata troppo conservatrice. Quella Renzi forse troppo spregiudicata. Liscia, gassata o… Enrico Letta. Il presidente Napolitano ha scelto di affidare la formazione del nuovo governo all’esponente del Pd, cercando di dare la tempo stesso un segnale di rinnovamento, ma non di stravolgimento. Letta è stato a suo tempo un “ragazzo prodigio” della scena politica italiana (come … Continua a leggere

Analisi e significati del megacazziatone di Napolitano ai plaudenti

Un discorso a tinte forti. Niente politichese. Con richiami perentori e, quasi minacciosi, all’inerzia dei partiti. Deputati, senatori e delegati delle Regioni applaudono e lui li ammonisce: nessuna autoindulgenza. Il riconfermato presidente della Repubblica Giorgio Napolitano usa il discorso di insediamento per spiegare al Paese il senso della sua decisione; ricordare ai partiti le “condizioni” che ha posto per accettare … Continua a leggere

La partita del Quirinale: le pagelle

Bersani 0 – Le prova tutte e, violentando il calcolo delle probabilità, non ne azzecca una. Sbaglia i tempi, i modi, i nomi. Ne busca da destra e da manca. Cova le serpi in seno e non se ne accorge. Prende un duro colpo, resta piegato a terra e tutto lo stadio canta: “Devi morire”. “Non siam mica qui a … Continua a leggere

Bersani lasci, prima di prendere lo scacco matto

Sulla scacchiera di Bersani non ci sono più mosse vincenti. Su Marini ha già fatto una figuruccia, l’eventuale elezione al quarto scrutinio non la ridimensionerebbe e gli consegnerebbe un partito metà in rivolta e metà sotto choc. Meglio lasciar perdere. Se punta su Prodi rompe con Berlusconi e fa sorridere Renzi, che è l’ultimo dei suoi desideri. Se fa convergere … Continua a leggere

Io, Napolitano e quell’incontro nel 1976

Ho un ricordo personale del presidente Giorgio Napolitano, che oggi, di fatto, termina il suo mandato. Primavera del 1976, era in corso la campagna elettorale. I rappresentanti dei partiti riuscivano ancora a raccogliere le folle. A Firenze il Pci aveva organizzato un comizio di Giorgio Napolitano in piazza della Signoria e io, giovane cronista di Radiolibera Firenze (la prima emittente … Continua a leggere

I diversi obiettivi dei leader politici. E il paese aspetta ad un mese e mezzo dalle elezioni

Col passare dei giorni e il susseguirsi delle dichiarazioni, dalla giungla del politichese comincia a emergere un po’ di chiarezza sui diversi obiettivi dei leader politici. Ma questo non significa che sia più semplice raggiungere una soluzione.  Il progetto Bersani – Un governo monocolore Pd con l’appoggio esterno di chi ci sta tra le altre forze politiche. Ovviamente si conta sul … Continua a leggere