La classifica dei 5 più clamorosi errori arbitrali contro la Fiorentina

Il caso Cuadrado ha riproposto il quesito: come è possibile che l’arbitro, un professionista (di fatto) deputato proprio a cogliere le irregolarità in campo, non veda correttamente ciò che invece vedono decine di migliaia di spettatori. Ho stilato una mia personale classifica degli errori più clamorosi commessi ai danni della Fiorentina nell’era Della Valle. Ognuno di voi può integrare con … Continua a leggere

Il centrocampo scintillante si è spento

La Fiorentina che vede scappare in classifica il trio di testa (Roma, Napoli, Juventus), paga nell’ordine: il grave infortunio del giocatore su cui aveva investito più soldi e speranze (Mario Gomez); la mancanza di tosta coralità di una difesa individualmente di buon livello, un paio di rigori, potenzialmente decisivi per il risultato finale, non concessi (Cagliari, Napoli); l’ammonizione inventata che … Continua a leggere

Il rendimento dei giocatori viola rispetto alle attese tra sorprese e ribassi

Sette partite di campionato, quattro di Europa League (tra preliminari e girone). Vediamo qual è stato il rendimento dei giocatori viola rispetto alle attese. Neto – Nessun sorpresa. C’è chi aveva piena fiducia (a cominciare dalla società) e chi tremava all’idea di vederlo ancora difendere la porta della Fiorentina. Insomma previsioni incerte. Come incerto è stato questo suo inizio di … Continua a leggere

Dnipro-Fiorentina 1-2: io l’ho vista così

Una Fiorentina tosta, che mette in campo la propria tecnica indiscutibile, accompagnata questa volta dalla tenacia e dalla forza. Così i viola non cadono nell’agguato che il Dnipro aveva preparato nella propria palude (in che altro modo si può definire il campo del primo tempo?). Una vittoria, l’unica di una squadra italiana in questa settimana di coppe, che ha il … Continua a leggere

Viola all’inglese per sorprendere gli ucraini

Oggi c’è bisogno di quello che la Fiorentina non ha nel proprio dna. Ma che, in emergenza, deve riuscire a trovare: la furia agonistica. Montella ha dato alla squadra un’impronta inconfondibile di gioco. Palla bassa, scambi stretti, niente lanci alla disperata anche nelle situazioni più ingarbugliate. Il pallone non si spazza via, mai. Lo si accarezza, sempre. Tuttavia, stasera contro … Continua a leggere

Quell’ultima vittoria, la “maledizione” Inter e la “benedizione” di Bartali

Sono passati 13 anni dall’ultima vittoria della Fiorentina con l’Inter a San Siro. Era il 7 maggio del 2000. Sembra di parlare della preistoria. Un’altra era calcistica. Ed infatti è così. In panchina c’era il Trap, al centro dell’attacco Batigol, ai vertici della società, che un paio di anni dopo sarebbe fallita, Vittorio Cecchi Gori. Per Diego Della Valle sembra … Continua a leggere