Il mio blog diventa un sito: ecco il nuovo indirizzo internet

Cari lettori, considerate le difficoltà che alcuni di voi mi hanno segnalato nell’inserire commenti dopo il passaggio di Virgilio sulla piattaforma WordPress, ho deciso di trasformare il mio blog in un vero sito che trovate a questo nuovo indirizzo internet: www.violaamoreefantasia.it. Vi invito a salvarlo fra i “preferiti”. Nessun vincolo ai commenti, nessuna registrazione richiesta. Inoltre la strutta del sito … Continua a leggere

Io voto alle primarie del Pd perché “libertà è partecipazione”

Domenica le primarie del Pd. Un’occasione da non perdere, per militanti e simpatizzanti, di ribadire una delle differenze fondamentali tra centrosinistra e centrodestra. Basta la partecipazione per marcare il solco tra una forza politica magari litigiosa, talvolta arruffona, non sempre coerente, ma democratica e una singolare forma di partito-azienda, dove uno decide sempre e comunque per tutti (e ciononostante ancor … Continua a leggere

Difensore o portiere? Io scelgo un centrocampista

I tifosi viola chiedono un grande difensore. Almeno questo è ciò che emerge da un sondaggio in atto su Fiorentina.it. Per la precisione a chiederlo sono il 46% dei votanti. Il 32% vorrebbe un nuovo portiere (percentuale che ha avuto un’impennata dopo l’ultima prestazione di Neto col Verona), l’11% un centrocampista; il 4% un attaccante e il 7% vede la … Continua a leggere

Da Batigol a Batispot? Perché no

Da Batigol a Batispot? Perché no. Batistuta, il più grande attaccante che abbia mai indossato la maglia viola (almeno secondo il mio giudizio), potrebbe essere un ambasciatore della Fiorenina in giro per il mondo. Alla domanda se gli piacerebbe avere un ruolo nella società dei Della Valle, Batistuta ha risposta chiaramente sì. Firenze non ha dimenticato i suoi gol, le … Continua a leggere

Piccoli incivili crescono…

Juventus multata perché i suoi giovanissimi tifosi (le curve chiuse per razzismo ospitavano circa 12mila bambini) hanno gridato “merda” al portiere dell’Udinese ad ogni rinvio del pallone. E’ la prova del nove che il razzismo, la sguaiataggine, il ricorso sistematico all’invettiva, la ritrosia alle regole e alla sportività non sono patrimonio dei soliti “pochi imbecilli”. L’inciviltà è fra noi. Tra … Continua a leggere

Pagella alle pagelle di Fiorentina-Verona

Partita vibrante e spettacolare più per il risultato (4-3) e la girandola di gol che per il gioco espresso da Fiorentina e Verona. Le pagelle della stampa ne rispecchiano l’andamento con voti che non esaltano la prestazione dei singoli. Borja Valero a parte, ovviamente. Il più generoso è il Corriere Fiorentino, con un monte voti di 74,5 punti (dodici i … Continua a leggere

Fiorentina-Verona 4-3: io l’ho vista così

In tribuna c’è Batigol. Sugli spalti due tifoserie amiche. In campo due ex (Toni e Romulo) a cui non c’è niente da rinfacciare. Serata di festa, quindi e infatti partono subito i fuochi artificiali: quattro gol in dodici minuti, addirittura un’esagerazione, a cui ne seguiranno altri tre. Partita divertente ma inutilmente rischiosa da parte della Fiorentina che in vantaggio di … Continua a leggere

“Trame di donna”: una tela come specchio della vita

Immagine

MM_tramedidonna_030Il pubblico entra in sala e si trova catapultato in medias res. L’attrice sul palco si muove ritmicamente come alla catena di montaggio o al telaio. Colpi sordi di tamburo scandiscono il ritmo. Monotono, incalzante, ossessivo. “Trame di donna” non dà tregua. Ti coinvolge dal primo secondo trasmettendo emozioni. Sul palco si muovono le attrici-ballerine o le ballerine-attrici, se preferite. Talvolta all’unisono, oppure in performance individuali. E’ una sequenza palindroma. Potresti vederla dall’ultima scena alla prima e il senso resterebbe immutato. Allessandra Palma di Cesnola, ideatrice dello spettacolo e una delle quattro protagoniste sul palco, trasporta lo spettatore in una dimensione onirica. Dove la realtà del messaggio trasfigura in una rappresentazione del sogno. I richiami mitologici (Aracne, Medusa, Filomela, Procne) si miscelano e si confondono con la scottante attualità. La gestualità conta più delle poche parole pronunciate. C’è una poesia del movimento. La colonna sonora ha un MM_tramedidonna_023ruolo chiave. Brani musicali si alternano a ritmi dettati dal fragore di un temporale, dall’alientante sferragliare di un telaio, da inquietante tintinnio (forse di un sonar). C’è una contaminazione tra note e rumori che riporta alla mente la rivoluzione musicale che negli anni Settanta caratterizzò l’avvento del Pink Floyd. Al centro di questa originale ricerca teatrale, che mette insieme danza, narrazione, arte e tecnologia, la figura femminile e le sue molteplici sfaccettature legate al tessere una trama. Che può essere una tela, oppure la vita stessa.

L’ideazione dello spettacolo “Trame di donna” (la cui prima è andata in scena sabato 30 novembre al Teatro di Antella) è di Alessandra Palma di Cesnola che si esibisce insieme a Martina Belloni (con la quale ha curato le coreografie), Sabina Cesaroni, Ornella Esposito. Testo poetico: Claudia De Venuto. Colonna sonora: Fabrizio Checcacci. Realizzazione oggetti di scena: Manuela Maccioppi. Assistente e consulente: Marina Vincenti e Ornella Esposito. Progetto luci: Lucilla Baroni. Costumi: Daniela Cupet. Prodotto da Toscana Media Arte. “Questo 

MM_tramedidonna_016spettacolo – spiega l’ideatrice – è nato come desiderio di condivisione tra artiste con provenienze formative diverse per cercare un linguaggio e un percorso sul tema della tessitura e delle tante implicazioni che sono sotto intese, lasciando a ognuno di poter contribuire con idee, spunti, riflessioni. Il processo è ancora aperto, e quello che presentiamo è uno studio che speriamo di poter evolvere e sviluppare anche con il confronto col pubblico”.

Se Montella fa il permaloso…

Fine settimana viola da musi lunghi. Prima il pareggiuccio con il Pacos, poi le dichiarazioni di Montella. Proprio su queste vale la pena soffermarsi. “Il gruppo sta facendo il massimo. Altrimenti mettiamoci d’accordo su cosa servirebbe per fare di più”, ha dichiarato il tecnico. A voler essere pignoli dovrebbe essere lui, caso mai, a dirci cosa servirebbe per fare di … Continua a leggere